.ALPI APUANE- MONTE MATANNA (1317M.) PARETE NORD.


Via ANNALISA – Gino Bonuccelli e Guglielmo Raffaelli.- CAI Viareggio- Agosto 1997

- Sviluppo 215 m. –Dislivello 170 m. Diff. 6a (Obblig. 5c) – Aperta dal Basso e successivamente attrezzata a fix – Esposizione nord-est. Roccia quasi sempre buona.- Materiale: due corde da 50m.15 rinvii. Al 6° tiro è stata chiodata una variante (6a/b).


Accesso: l’attacco si trova appena sopra il sentiero che dal rifugio Forte dei Marmi conduce alla foce di Grattacelo (20’ min dal rifugio Forte dei Marmi, 30’ dal paese di Pomezzana) in corrispondenza dello spigolo più orientale del contrafforte da cui si dipartono le propaggini su una delle quali si trova il paese di Pomezzana: Lo spigolo si individua dal rifugio come il più lontano del Matanna. L’attacco della via è in corrispondenza di un piccolo anfratto.


Discesa: dall’ultima sosta, sulla cima del contrafforte, ci si cala sino alla base del camino. Ci si porta 10 m. sotto la forcelletta (lato est) vicino alla vetta del pilastro, dove si trova la catena. Con tre doppie si è alla base (con due corde da 60 m. bastano due doppie ma occorre arrampicare qualche metro).


Descrizione della via:

1° tiro: si attacca in corrispondenza dello spigolo su roccia leggermente strapiombante, proseguendo verticalmente sino alla sosta. -25 m. 5b

2° tiro: si affronta la placca sopra la sosta sin sotto un tettino uscendone verso sinistra. Si traversa orizzontalmente sino alla base di un camino verticale.- 25 m.6°+/4

3° tiro: ci si alza nel camino sino a metà della sua altezza, uscendone a sinistra su rocce articolate sino ad un comodo terrazzo.. 25 m. 3/5

4° tiro: dalla sosta si sale in diagonale sinistra sino ad un tetto, traversando ancora a sinistra sotto di esso; si sale su una placchetta da cui, aggirato uno spigolo a sinistra, si giunge ad un terrazzo. 35 m. 5b/6°.

5° tiro: si traversa a sinistra e si superano due brevi risalti sino ad una cengia.30 m. 5/5b.

6° tiro: nuovo percorso- anziché uscire facilmente a sinistra, si traversa orizzontalmente a destra per sei/sette metri per poi salire verticalmente il muro sovrastante. Si esce in cima al 1° pilastro dal quale, a sinistra, si raggiunge il canale del 7° tiro o la catena di calata.

25 m. - 6a/b - fix.

7° tiro: si scende ad una forcelletta amonte e si raggiunge la base di un evidente camino. Lo si sale verticalmente in spaccata portandosi poi sul lato sinistro Dopo placche articolate e facili, si supera un cataletto in spaccata portandosi poi sul lato destro, su roccia friabile. -45 m. 5a